Risposta: Se si cerca una citazione esatta, temo che la Bibbia non lo dica da nessuna parte. Perché allora i cristiani ritengono che Gesù fosse pienamente divino e pienamente umano?
Se esaminiamo con attenzione ciò che la Bibbia insegna nel suo insieme, possiamo ritenere di essere portati ad abbracciare questo punto di vista.
Per esempio, Gesù affermò: “Prima che Abraamo fosse nato, io sono” (Giovanni 8:58), riferendosi chiaramente ad Esodo 3:14.
Affermò anche di essere uno con il Padre (Giovanni 10:30-33). Ha dichiarato di essere il Cristo, o Messia (Marco 14:60-64; paragona con Daniele 7:13-14). Affermò anche che i nostri destini eterni dipendevano dalla nostra risposta a Lui (Luca 12:8-9).
Inoltre, Gesù è considerato l’eterna parola di Dio incarnata (Giovanni 1:1-3, 14).
Egli è chiamato il Creatore e il capostipite della chiesa (Colossesi 1:15-20). Questi sono solo alcuni dei passaggi che parlano della deità o divinità di Cristo.
Altri brani parlano della sua umanità. Per esempio, Gesù fu concepito e partorito da una donna (Matteo 1:18-25). Aveva quindi un corpo umano. Provò fame, sete e fatica (Matteo 4:2; Giovanni 4:6; ecc.). Soffrì e morì (Giovanni 19:34). Poteva essere udito, visto e toccato (1 Giovanni 1:1). Evidenziò le qualità emotive e intellettuali di un essere umano (vedi Matt. 26:37 e Marco 9:21).
Ancora, ci sono molti altri passaggi che descrivono l’umanità di Gesù. Quando i teologi, e studiosi cercano di mettere insieme tutto questo, concludono che la Bibbia insegna che Gesù era sia divino che umano.

Condividi questo articolo