image_pdfPDF

Sei Verita’ Bibliche

Sapevi che Dio ci ordina di essere felici?

“Trova la tua gioia nel Signore ed egli appaghera’ i desideri del tuo cuore” (Salmo 37:4)

1) Dio ci ha creati per la sua gloria

“Fa’ venire i miei figli da lontano e le mie figlie dall’estremita’della terra,…che ho creato per la mia gloria” (Isaia 43:6-7).

Dio ci ha fatti per glorificare la sua grandezza – nel modo in cui i telescopi ingrandiscono le stelle. Egli ci ha creati per mettere in risalto la sua bonta’, verita’ e bellezza, saggezza e giustizia. La piu’ grande manifestazione della gloria di Dio viene dalla profonda gioia in tutto ciò in cui egli è. Questo significa che Dio riceve lode e noi goia. Dio ci ha creati cosicché egli si glorifichi ancor di piu’ in noi quando siamo maggiormente soddisfatti di lui.

2) Ogni essere umano dovrebbe vivere per la gloria di Dio

“Cosi’ se voi mangiate o bevete o qualunque cosa facciate, fatela solo per la gloria di Dio (1 Corinzi 10:31).

Se Dio ci ha fatti per la sua gloria, e’ evidente che dovremmo vivere per la sua gloria. Il nostro compito viene dal suo disegno. Cosi’ il nostro primo dovere e’ di mostrare il valore di Dio nella soddisfazione di tutto cio’ che egli e’ per noi. Questo e’ il significato di amare Dio (Matteo 22:37) e di avere fiducia in lui (1 Giovanni 5:3-4) e di essergli grati (Salmo 100:2-4). E’ la base della vera obbedienza, specialmente amando gli altri. (Colossesi 1:4-5).

3) Tutti quanti abbiamo fallito nel glorificare Dio come avremmo dovuto

” Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23).

Che cosa significa essere privi della gloria di Dio?. “Significa che nessuno di noi ha confidato e tenuto a Dio nel modo in cui avremmo dovuto. Non siamo stati soddisfatti della sua grandezza e camminato secondo il suo volere. Abbiamo cercato la nostra soddisfazione in altre cose, e le abbiamo ritenute più importanti di Dio, il che e’ l’essenza dell’idolatria “(Romani 1:21-23).

Da quando il peccato e’ entrato nel mondo noi tutti siamo stati profondamente riluttanti ad avere Dio come nostro tesoro che tutto soddisfa (Efesini 2:3).

Questa e’ un’offesa terribile alla grandezza di Dio (Geremia 2:12-13).

4) Tutti noi siamo soggetti alla giusta condanna di Dio

“Il compenso del peccato e’ la morte…” (Romani 6:23).

Tutti noi abbiamo sminuito la gloria di Dio. Come? Preferendo altre cose a lui. Cosi’ per la nostra ingratitudine, diffidenza e disobbedienza Dio ci sta proprio tenendo fuori per sempre. “Soffriranno la punizione della distruzione eterna e l’esclusione dalla presenza del Signore e dalla gloria della sua potenza” (2 Tessalonicesi 1:9).

La parola “inferno” e’ usata dodici volte nel Nuovo Testamento. Undici volte da Gesu’ stesso. Non e’ un mito creato da predicatori tristi ed in collera. E’ un solenne avvertimento dal figlio di Dio che e’ morto per liberare i peccatori dalla loro dannazione.
Ignoriamo cio’ con grande rischio.

Se la Bibbia si fermasse qui nella sua analisi della condizione umana, saremmo destinati ad un futuro senza speranza.
Ad ogni modo, non è qui che si ferma…

5) Dio ha mandato il suo unico figlio Gesu’ per donare vita eterna e gioia

“C’e’ un detto degno di fede che merita accettazione completa: Gesu’ Cristo e’ venuto nel mondo per salvare i peccatori …”(1 Timoteo 1:15).

La buona novella e’ che Gesu’ Cristo e’ morto per i peccatori come noi. Egli e’ fisicamente risorto per convalidare il potere salvifico della sua morte e per aprire le porte della vita eterna e della gioia (1 Corinzi 15:20). Significa che Dio puo’ assolvere i colpevoli ed essere ancora giusto (Romani 3:25-26). “Perche’ Cristo e’ morto per i peccati una volta per sempre, il giusto per l’ingiusto, per condurci a Dio” (1 Pietro 3:18).

Tornando alla casa di Dio si trova tutta la soddisfazione piu’ profonda e durevole.

6) I benefici acquisiti con la morte di Cristo appartengono a quelli che sono pentiti e hanno fiducia in lui.

“Pentitevi dunque e rivolgetevi verso Dio, cosicche’ i vostri peccati possano essere cancellati (Atti 3:19)”. “Credete nel Signore Gesu’ e sarete salvati (Atti 16:31).

“Pentirsi significa abbandonare tutte le ingannevoli lusinghe del peccato. “Fede” significa essere soddisfatti di tutto cio’ che Dio ci promette di essere in Cristo. “Colui che crede in me” dice Gesu’ “non avra’ mai sete” (Giovanni 6:35). Non meritiamo la nostra salvezza. Non possiamo meritarla (Romani 4:4-5). Viene per grazia attraverso la fede (Efesini 2:8-9). E’ un libero dono (Romani 3:24). Lo avremo se l’ameremo oltre ogni cosa (Matteo 13-44). Quando facciamo cio’ l’intento di Dio si realizza nella creazione: egli e’ glorificato in noi e noi siamo appagati in lui – per sempre.

Significa qualcosa per te?

Desideri il tipo di gioia che viene dall’ essere soddisfatto di tutto cio’ che Dio e’ per te in Gesu’? Se e’ cosi’ allora Dio e’ all’opera nella tua vita.

Cosa dovresti fare?

Allontanati dalle ingannevoli promesse del peccato. Invoca Gesu’ per salvarti dalla colpa, dalla punizione e dalla schiavitu’. “Tutti quelli che avranno invocato il nome del Signore saranno salvati” (Romani 10-13). Cominciate col mettere la vostra speranza in tutto cio’ che Dio e’ per noi in Gesu’. Spezzate il potere delle promesse del peccato con la fede nella superiore soddisfazione delle promesse di Dio. Cominciate a leggere la Bibbia per trovare le sue preziose e grandissime promesse, che possono liberarvi (2 Pietro 1:3-4).
“Trovate una Chiesa che creda nella Bibbia e cominciate a lavorare e crescere insieme con altre persone che tengano a Cristo al di sopra di ogni cosa (Filippesi 3:7).

La migliore notizia del mondo e’ che non c’e’ nessun conflitto necessario tra la nostra felicita’ e la santita’ di Dio. Essere soddisfatti di tutto cio’ che Dio e’ per noi in Gesu’ lo magnifica come un grande Tesoro.

“Tu m’insegni la via della vita; mi riempirai di gioia nella tua presenza, alla tua destra con delizie in eterno” (Salmo 16:11).

 

image_pdfPDF