Due domande fondamentali che hanno bisogno di risposte mentre esaminiamo il problema dell’aborto.
Primo, “Gli esseri umani hanno valore intrinseco morale?” Secondo, “Il feto che si sta sviluppando è un essere umano?”
Gli esseri umani sono fine a loro stessi, o hanno un valore secondo un fine? Hanno un valore “in loro stessi” e “per il loro proprio bene”? Sì, gli esseri umani hanno un valore intrinseco. Le persone non sono come una banconota di 10€. La banconota è solo carta, ma la carta ha un valore estrinseco, perché ci aiuta a raggiungere un fine.
John Locke, un filosofo e fisico inglese, crede che ogni persona abbia il diritto “alla vita, alla salute, alla libertà e alla proprietà”. Se un feto è un umano, ha quindi il diritto alla vita.
Il dr. Henry Morgenthaler, un avvocato pro-aborto, scrive “Se ci fosse un essere umano presente dal concepimento, poi interferendo con la sua crescita o rimuovendolo dal suo sistema di supporto umano sarebbe come uccidere un essere umano”. Gli esseri umani hanno un valore intrinseco, hanno il diritto alla vita e dovrebbero essere protetti dalla legge.

Condividi questo articolo