In questo articolo, Flew parla della sua recente fede acquisita in Gesù creatore dell’Universo. È diventato famoso per la sua tesi che bisogna sostenere l’ateismo finché non si ha l’evidenza dell’esistenza di un Dio, qui lui afferma che questa prova esiste. Il libro mira a rivelare quelle scoperte scientifiche e quei argomenti filosofici che hanno portato Flew dall’essere un convinto ateo ad essere un credente. Il testo, dopo una parte introduttiva, che consiste in una citazione (serie di giudizi sul lavoro), in una prefazione e una introduzione, è diviso in tre parti, ciascuno diviso in capitoli. Gli argomenti di ciascun capitolo sono riferiti in corsivo.

Autore: Antony Flew

C'è un Dio: come il più famoso ateo del mondo ha cambiato idea

In uno delle più grandi novità religiosi del nuovo millennio, l’Associated Press ha annunciato che il professor Antony Flew, il più famoso ateo del mondo, ora crede in Dio.

Flew è un pioniere del ateismo moderno. Il suo famoso articolo, Theology e Falsification (Teologia e Falsificazione), è stata inizialmente presentata ad un meeting dell’Oxford Socratic Club gestito da C.S. Lewis ed è divenuto la pubblicazione filosofica più ampia degli ultimi cinque decenni.

Flew ha guadagnato la sua fama argomentato che si deve ipotizzare l’ateismo finché non emergono le prove di un Dio. Adesso Flew crede che questa prova esista, e c’è un Dio che registra il suo cammino da fermo ateismo a credente.

Per la prima volta, questo libro presenterà un dettagliato e affascinante resoconto della decisione di Flew di revocare il suo credo precedente e argomentare dell’esistenza di Dio. Dal momento dell’annuncio di Flew, c’è stato un grande dibattito tra gli atei e i credenti in merito a ciò che significa esattamente questa “conversione”. C’è un Dio, e questo terminerà il dibattito. Questa è una storia di una mente brillante e un di un pensatore motivato, e dove la sua ricerca intellettuale di tutta una vita e dove lo ha portato finalmente: alla credenza in Dio come disegnatore.

Flew mostra il suo impegno nel seguire la sua argomentazione ovunque lo portasse, e con il suo stesso stupore, nella conversione a credente in Dio creatore. Sicuro che debba essere letto e discusso per gli anni a venire, ” C’è un Dio” cambierà per sempre il dibattito sull’esistenza di Dio.